Sistemi di allarme wireless - kit antifurto senza fili a prezzi da ingrosso SVenergy

Cerca

Vai ai contenuti

Guida per gli antifurti

DOCUMENTI




GUIDA AI SISTEMI DI ALLARME

ECCOVI DELLE SEMPLICI MA FONDAMENTALI NOZIONI PER POTER DECIDERE AL MEGLIO QUALI SENSORI SONO PIU' IDONEI PER LE VOSTRE ESIGENZE E DOVE POSIZIONARLI

Installare un antifurto per la casa senza fili (wireless) non è molto difficile e, senza tante particolari conoscenze, può essere effettuato da tutti, basta molta buona volontà. Per prima cosa facciamo mente locale sui componenti che fanno parte dell’antifurto per la casa wireless, dovremo disporre di:



LA CENTRALINA

Il posto ideale dove installarla dovrebbe essere equidistante da tutti i sensori, al centro, anche se difficilmente sarà possibile. Non mettiamola a ridosso delle finestre, sarebbe facilmente accessibile da eventuali intrusori. Gli installatori preferiscono collocarla vicino la porta di ingresso, facilmente attivabile e disattivabile quando entriamo ed usciamo di casa. La centralina deve essere collegata alla corrente di casa, quando questa manca (in caso di blackout accidentale o voluto) si alimenta con l’ accumulatore presente.
Per le abitazioni, appartamenti, ville e negozi consigliamo i nostri modelli
T1, T2, T3. Per l'utilizzo professionale con protezione perimetrale di alto livello o uso industriale consigliamo invece il nostro modello T4 Pro.


LA SIRENA


Se disponiamo di un balcone si mette qui, in alto, con la sirena facilmente individuabile dalla strada per indirizzare le forze dell’ ordine. Altrimenti sopra le finestre, esternamente, oppure sull’ atrio del condominio sopra la porta d’ingresso.


I SENSORI

Fondamentale è la scelta del tipo di sensore da utilizzare e la sua posizione d’installazione: un tipo di sensore errato o posizionato in un luogo inadatto, potrebbe non rilevare un’intrusione oppure produrre segnalazioni di allarme improprie.



Sensori Interni:
Il sensore più famoso è quello Volumetrico e serve per controllare le zone interne della casa. Generalmente installato a muro, rileva il movimento di corpi umani basandosi sul calore emesso dal corpo. Per questo motivo è buona norma installare tali sensori in modo che non puntino sorgenti di calore come per esempio stufe o verso la luce diretta del sole che potrebbe indurre in falso allarme questo tipo di sensore.



Sensori Esterni:

generalmente viene associata alla tecnologia Infrarossa la tecnologia a Microonda per ovviare ai più vari elementi di disturbo presenti all'esterno come animale, masse d'aria calda, elementi metallici arroventati dal sole, pioggia ecc. Per questo motivo i sensori esterni sono più sofisticati, integrando al loro interno più tecnologie accompagnate da software ed algoritmi di elaborazione dati per distinguire i veri dai falsi allarmi. Inoltre devono esser realizzati in modo da risultare impermeabili all'acqua e resistenti all'usura nel tempo.



Sensori per porte e finestre
ne esistono di diversi tipi:

Abbiamo i Sensori Volumetrici, di cui abbiamo parlato precedentemente, che possono esser posizionati nei vani delle finestre. Sono poco differenti da quelli per le stanze, generalmente differiscono nell'angolo di copertura che è più ristretto, tendendo a creare un effetto tenda nell'intorno della finestra o della porta.
Un'alternativa sono i
Sensori Magnetici che, fisicamente posizionati sul telaio della finestra o della porta, ne rilevano l'apertura.
Esistono poi S
ensori Acustici che rilevano le frequenze sonore generate dalla rottura dei vetri ed infine i Sensori Esterni che possono esser posizionati nei pressi delle finestre o su portici e balconi per far scattare l'allarme ancor prima che il mal intenzionato si avvicini a casa.

SVenergy - Cerveteri (Roma) - Email: info@preventivo-allarme.it - Tel.: 320-6381910 - Tel: 0699084416

HOME | FAI DA TE | INSTALLATORI | DOCUMENTI | CONTATTI | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu